TMS - codice etico 2015-2016

High Performance Training

Corsi e master, orientamento e ricollocazione, formazione e management

TMS - CODICE ETICO

Policy

Codice Etco 2015 - 2016

Il presente documento in compliance al D.lgs 231/2001, è l’espressione dei valori e dei principi guida che guidano i collaboratori e TMS srl

Versione 1.0
Redatta il 10 Aprile 2015
Approvata il 21 Aprile 2015
Revisione prevista il 31 Dicembre 2016

1. PRINCIPI GENERALI

1.1 Obiettivi del codice

Il presente documento in compliance al D.lgs 231/2001, è l’espressione dei valori e dei principi guida che guidano i collaboratori e TMS srl (di seguito anche “TMS” o la “Società”) ed è espressione della politica e norme aziendali attente ai temi della legalità, valori, principi di condotta, in conformità delle quali essa opera, ai fini del buon funzionamento, dell'affidabilità, del rispetto di leggi e regolamenti nonché della reputazione di TMS. Il presente documento si pone come un chiaro modello di riferimento per tutti gli attori coinvolti all’interno ed esterno di TMS definendo le linee guida che caratterizzano TMS in ambito commerciale, relazionale e sociale.

1.2 La Missione

TMS un Ente di formazione che opera a supporto delle imprese nell'ambito della formazione e consulenza aziendale: analisi dei fabbisogni formativi, scelta delle fonti di finanziamento più appropriate, progettazione didattica dei piani di formazione, erogazione e gestione economico-finanziaria delle azioni formative. È certificata ISO 9001:2008 per la progettazione ed erogazione dei servizi formativi (EA37) ed è specializzata sia nella formazione ICT che manageriale.

1.3 La Vision

La filosofia di TMS SRL è quella di uno sviluppo aziendale sostenibile in termini economici e sociali. Ciò implica essere competitivi, essere innovativi, creare valori, non solo attraverso l’efficienza dei servizi erogati, ma anche attraverso la continua soddisfazione dei bisogni degli utenti e dei clienti.

1.4 I Valori

Onestà, integrità morale, correttezza, trasparenza e obiettività. Questi sono i principi guida della politica aziendale di TMS. Nello svolgimento delle attività e nelle relazioni di qualunque tipo e natura, tutti coloro che lavorano con e per TMS sono tenuti a rispettare questi valori oltre che le leggi, il Codice Etico ed i regolamenti interni. Essi devono avere un comportamento improntato al rispetto dei principi fondamentali di onestà, integrità morale, correttezza, trasparenza, obiettività e rispetto della personalità individuale nel perseguimento degli obiettivi aziendali e in tutti i rapporti con persone ed enti interni ed esterni.

1.5 Responsabilità sociale dell’Impresa

La sostenibilità è incontrare i bisogni del presente senza intaccare la possibilità delle generazioni future di raggiungere i propri bisogni (World Commission on Enviroment and Development “Brundtland Report”). Tre sono i pilastri che fondano la social responsibility e che compongono il così detto “triangolo magico”: solidarietà e responsabilità sociale, responsabilità ambientale, efficacia economica ovvero profitto sostenibile. In linea con le indicazioni dell’Unione Europea in merito alla strategia di applicazione della CSR, anche TMS segue la linea di integrare nella propria strategia di business ogni operazione per far si che gli aspetti sociali, ambientali, etici, dei diritti umani e dei diritti dei consumatori siano compliance con le proprie strategie di sviluppo dell’attività per contribuire alla creazione di un valore condiviso che con l’intero contesto sociale in cui opera.

1.6 Destinatari e diffusione

I destinatari del Codice Etico sono gli amministratori, tutti i dipendenti, i collaboratori che operano, stabilmente o temporaneamente, per conto di TMS. Oltre a questi destinatari primari il codice viene diffuso anche a parti terze che possano avere rapporti stabili con la nostra società. A tutte le parti che entrino in contatto con la nostra società viene richiesto di agire ed operare in accordo con quanto previsto e disciplinato nel presente documento e chiunque venisse a conoscenza di comportamenti difformi rispetto a quanto disciplinato è invitato a segnalarlo al proprio referente o direttamente all’Organismo di Vigilanza.

1.7 Validità ed applicazione

Il Codice Etico è stato approvato dall’amministratore in data 22 maggio 2015 e da quella data assume la sua efficacia.

2. NORME DI COMPORTAMENTO INTERNE

2.1 Politiche verso le risorse umane

TMS rispetta e promuove il rispetto di tutte le leggi e le norme nazionali che disciplinano in materia di lavoro. TMS promuove il valore delle persone, dipendenti e collaboratori, e promuove al proprio interno politiche attive e propositive che siano stimolo al miglioramento continuo ed alla valorizzazione dello spirito di innovazione. TMS inoltre si impegna per rendere il proprio ambiente interno positivo, non tollera alcuna forma di discriminazione di razza, credo religioso, genere, nazionalità, opinione o orientamento politico, età, lingua, disabilità. TMS ribadisce la propria ferma opposizione a qualsiasi forma di lavoro non regolamentato, lavoro minorile o infantile. TMS richiede che tutti i collaboratori agiscano nel rispetto di questi principi e supporta il loro sviluppo ed integrazione adottando specifiche politiche:

  • Selezione del personale
    La valutazione delle candidature viene effettuata in base alla corrispondenza dei profili dei candidati alle esigenze ed ai requisiti aziendali, nel rispetto delle pari opportunità per tutti i soggetti interessati. Le informazioni richieste ai candidati sono strettamente connesse alla verifica del profilo professionale e psicoattitudinale del singolo, nonché dell'idoneità in relazione alle politiche aziendali e secondo i principi di pari opportunità previsti dalla legge.

  • Costituzione del rapporto di lavoro
    Il personale è assunto con regolare contratto di lavoro; in nessun caso è tollerata una forma di lavoro irregolare o di "lavoro nero". Ogni dipendente o collaboratore riceve accurate informazioni relative alle caratteristiche della funzione di appartenenza, responsabilità del proprio ruolo e mansioni da svolgere, elementi normativi e retributivi, come regolati dal contratto collettivo nazionale di lavoro; norme e procedure da adottare al fine di evitare comportamenti contrari a norme di legge e politiche aziendali. Tali informazioni sono presentate all’interessato in modo che l’accettazione dell'incarico sia basata su un’effettiva comprensione.

  • Gestione del personale
    Ogni responsabile è tenuto a valorizzare il tempo di lavoro dei dipendenti e dei collaboratori, richiedendo prestazioni coerenti con l’esercizio delle loro mansioni e con i piani di organizzazione del lavoro. TMS non tollera alcuna forma di richiesta, come atto dovuto al superiore gerarchico, di prestazioni, favori personali o qualunque comportamento che configuri una violazione del presente Codice Etico. TMS stimoma il coinvolgimento dei dipendenti e dei collaboratori nello svolgimento del lavoro, anche prevedendo momenti di partecipazione e di discussione alle decisioni funzionali alla realizzazione degli obiettivi aziendali.

  • Valorizzazione e formazione delle risorse
    TMS valorizza i propri collaboratori ed ha implementato leve disponibili per favorire lo sviluppo e la crescita dei propri dipendenti e collaboratori. Le politiche di valorizzazione e formazione di TMS sono orientate ad aiutare il personale nel percorso di crescita professionale ed all’aggiornamento continuo delle competenze in un’ottica di miglioramento continuo a beneficio del singolo, del gruppo e dell’organizzazione.

  • Norme generali di condotta
    I collaboratori deve agire lealmente nell’osservanza degli obblighi sottoscritti con TMS di quanto previsto dal Codice Etico e dalle normative aziendali, assicurando elevati standard delle prestazioni professionali. TMS non tollera comportamenti tali da danneggiare i beni e la gestione aziendali, il rapporto con le parti interessate e l’immagine dell’azienda. Le decisioni devono basarsi su principi di corretta gestione, valutando in modo oculato i rischi potenziali, nella consapevolezza che le scelte personali contribuiscono al raggiungimento di positivi risultati aziendali. Tutte le operazioni e transazioni devono ispirarsi alla massima correttezza dal punto di vista della gestione, alla completezza e trasparenza delle informazioni, alla legittimità sotto l’aspetto formale e sostanziale e alla chiarezza e verità nei riscontri contabili, secondo le norme vigenti e le procedure aziendali. Tutti i collaboratori hanno l’espresso divieto di sollecitare o accettare, per sé o per altri, raccomandazioni, trattamenti di favore, doni o altra utilità da parte dei soggetti con i quali si entra in relazione, evitando di ricevere benefici di ogni genere che possano essere o apparire tali da influenzare la propria indipendenza di giudizio o imparzialità. Tutti i collaboratori sono tenuti a prestare il proprio servizio senza assumere alcolici o stupefacenti, a fumare solo nei luoghi in cui è consentito nel rispetto delle necessità di coloro che potrebbero avvertire disagio a causa di effetti di “fumo passivo”, devono evitare comportamenti intimidatori o offensivi dei confronti di colleghi o persone all’interno della società.

2.2 Criteri di condotta nel controllo e trasparenza contabile

TMS nella tenuta dei propri conti agisce nel rigoroso rispetto della normativa vigente applicabile, relativa alla documentazione contabile, amministrativa e nella redazione del bilancio. TMS è soggetta alla certificazione di bilancio per opera di un organismo esterno alla propria organizzazione. Tutti i soggetti (dipendenti e/o consulenti) che a qualunque titolo, anche quali meri fornitori di dati o informazioni, siano coinvolti nella redazione di documenti che rappresentino la situazione economica, patrimoniale o finanziaria dell’Azienda, nonché in particolare agli amministratori e alla Direzione devono fornire la massima collaborazione per gli aspetti specifici. Tutti i destinatari devono garantire la completezza e la chiarezza delle informazioni fornite nonché l'accuratezza dei dati e delle elaborazioni; è vietato esporre fatti non rispondenti al vero, anche se oggetto di valutazione, ovvero omettere informazioni od occultare dati in violazione diretta o indiretta dei principi normativi e delle regole procedurali interne, in modo da indurre in errore i destinatari dei sopra menzionati documenti. L’eventuale condotta illecita sarà considerata come commessa in danno all’Azienda stesso.

2.3 Criteri di condotta in materia di prevenzione del riciclaggio

Tutti i Destinatari del presente Codice Etico, nell’ambito dei diversi rapporti instaurati con TMS, non dovranno in alcun modo e in alcuna circostanza, essere implicati in vicende connesse al riciclaggio di denaro proveniente da attività criminali o alla ricettazione di beni o altre utilità di provenienza illecita. Gli stessi sono tenuti, inoltre, a verificare preventivamente le informazioni disponibili sulle controparti commerciali, fornitori, partner, collaboratori e consulenti, al fine di accertare la relativa rispettabilità prima di instaurare con essi rapporti di affari.

3. NORME DI COMPORTAMENTO ESTERNE

Per TMS professionalità, competenza, disponibilità, rispetto, riservatezza e correttezza rappresentano i principi guida e lo stile di comportamento da seguire nei rapporti con i clienti, fornitori, partner commerciali e consulenti. TMS SRL orienta la propria attività alla soddisfazione dei propri clienti ed utenti; ha perciò implementato un sistema di gestione per la qualità, indirizzando le proprie attività al raggiungimento di elevati standard qualitativi dei propri servizi. Tutte le attività sono sottoposte a monitoraggio e controllo sia interno che esterno.

3.1 Rapporti con i clienti

TMS si impegna per favorire, nel rispetto delle procedure aziendali, la soddisfazione e le aspettative del proprio Cliente. Per TMS ha massima importanza che tutti i Clienti vengano trattati secondo i principi di onestà e correttezza pertanto tutti i comportamenti dei propri collaboratori siano improntati al principio della piena trasparenza ed indipendenza nei confronti di ogni forma di condizionamento, sia interno sia esterno. I collaboratori devono seguire le direttive aziendali in tema di redazioni di contratti e comunicazioni alla clientela che devono essere formulati con un linguaggio chiaro e semplice; conformi alle normative vigenti, senza ricorrere a pratiche elusive o comunque scorrette; conformi alle politiche commerciali aziendali; esaustivi, in modo da non trascurare alcun elemento rilevante e utile ai fini della decisione del cliente.

3.2 Rapporti con i fornitori e partner commerciali

La scelta dei fornitori, collaboratori e consulenti esterni è effettuata secondo criteri di lealtà, riservatezza, professionalità, obiettività, economicità e trasparenza e nel rispetto di tutte le disposizioni normative. La scelta dei fornitori e collaboratori deve avvenire in massima trasparenza e cercando di instaurare rapporti stabili, trasparenti e di cooperazione e conformi al presente Codice Etico in materia di prevenzione del conflitto di interessi. I rapporti con i fornitori devono basarsi su relazioni reciprocamente convenienti e di durata adeguata nell’interesse dell’Azienda, qualsiasi tentativo o caso di alterazione dei normali rapporti commerciali deve essere immediatamente segnalato all’Organo di Vigilanza. Tutti i fornitori che iniziano una collaborazione con TMS sono soggetti alla sottoscrizione ed al rispetto delle “condizioni generali di acquisto” oltre che del presente Codice Etico. Trasparenza e controllo della catena di fornitura TMS opera nel mercato della formazione e della consulenza e per polita aziendale utilizza prevalentemente fornitori diretti applicando quella che si può definire come “filiera corta”. Questa politica di approvvigionamento le consente di esercitare un controllo diretto su tutti i fornitori e collaboratori di cui si avvale. TMS certificata ISO 9001 al fine di assicurare la massima trasparenza e controllo sulla propria catena di fornitura, ha implementato una specifica procedura, p06, che identifica i criteri di valutazione e di controllo nei riguardi dei fornitori in abiti strategici. TMS effettua verifiche iniziali per stabilire la rispondenza del fornitore ai principi di qualità, affidabilità e corrispondenza alle proprie politiche interne ed effettua costanti verifiche sull’operato del fornitore. TMS pretende inoltre che fornitori e collaboratori agiscano secondo i principi nazionali ed internazionali in merito a tutela dei diritti dell’uomo, tutela del lavoro minorile/infantile, divieto di discriminazione, tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

3.3 Rapporti con la PA ed altre Istituzioni

er Pubblica Amministrazione si deve intendere, oltre a qualsiasi ente pubblico, qualsiasi agenzia amministrativa indipendente, persona fisica o giuridica, che agisce in qualità di pubblico ufficiale o incaricato di pubblico servizio ovvero in qualità di membro di organo delle Comunità europee o di funzionario delle Comunità europee o di funzionario di Stato estero.
Regole di condotta relative ai rischi di corruzione e concussione
Non è ammesso, né direttamente, né indirettamente, offrire o promettere denaro, doni o compensi, sotto qualsiasi forma, né esercitare illecite pressioni, né promettere qualsiasi oggetto, servizio, prestazione o favore a dirigenti, funzionari o dipendenti della Pubblica Amministrazione ovvero a soggetti incaricati di pubblico servizio ovvero a loro parenti o conviventi allo scopo di indurre al compimento di un atto d’ufficio o contrario ai doveri d’ufficio, dovendosi ritenere tale anche lo scopo di favorire o danneggiare una parte in un processo civile, penale o amministrativo al fine di arrecare un vantaggio diretto o indiretto all'azienda. Inoltre, chi riceve richieste esplicite o implicite di benefici di qualsiasi natura da parte di soggetti della Pubblica Amministrazione, come sopra definiti, dovrà immediatamente sospendere ogni rapporto con essi ed informare per iscritto l'Organismo di Vigilanza ed il proprio responsabile aziendale. Le prescrizioni indicate nei precedenti punti non devono essere eluse ricorrendo a forme diverse di aiuti e contribuzioni che, sotto la veste di incarichi, consulenze, pubblicità, ecc., abbiano analoghe finalità di quelle vietate negli stessi punti.
Correttezza nei rapporti commerciali con la PA
Nel caso in cui si instaurino rapporti con la Pubblica Amministrazione, compresa la partecipazione a bandi di gara pubblici, è necessario operare sempre nel rispetto della legge e dei regolamenti vigenti. In particolare non dovranno essere intraprese, direttamente o indirettamente, le seguenti azioni: esaminare o proporre opportunità di impiego e/o commerciali che possano avvantaggiare dipendenti e/o il loro diretto superiore a titolo personale; offrire o in alcun modo fornire omaggi che non siano di modico valore, garantendone comunque la loro rintracciabilità attraverso opportuna documentazione; sollecitare o ottenere informazioni riservate che possano compromettere l’integrità o la reputazione di entrambe le parti.
Condotta relativa alle dichiarazioni e attestazioni verso la PA
Non è consentito utilizzare o presentare dichiarazioni o documenti falsi o attestanti cose non vere, ovvero omettere informazioni per conseguire, a vantaggio o nell’interesse dell'Azienda, contributi, finanziamenti o altre erogazioni comunque denominate concesse dallo Stato, da un Ente Pubblico o dall’Unione Europea.
Utilizzo di contribuiti e finanziamenti ricevuti
E’ fatto divieto di utilizzare contributi, finanziamenti, o altre erogazioni comunque denominate, concesse all’Azienda dallo Stato, da un Ente Pubblico o dall’Unione Europea, per scopi diversi da quelli per i quali gli stessi sono stati assegnati.
Dati e sistemi informatici in relazione con la PA
E’ vietato alterare in qualsiasi modo il funzionamento di un sistema informatico o telematico o intervenire illegalmente con qualsiasi modalità sui dati, informazioni e programmi in esso contenuti o ad esso pertinenti, al fine di conseguire un ingiusto profitto con altrui danno. Il divieto è rafforzato se ad essere danneggiato è lo Stato o un ente pubblico.

3.4 Criteri di condotta con le Istituzioni

TMS SRL collabora con le istituzioni private e pubbliche locali, nazionali ed internazionali secondo criteri di trasparenza e correttezza, evitando atteggiamenti di natura collusiva. Al fine di garantire la massima chiarezza nei rapporti, i contatti con gli interlocutori istituzionali devono avvenire esclusivamente tramite referenti che abbiano ricevuto esplicito mandato dalla Direzione di TMS.

3.5 Conflitto di interessi

Nei rapporti con i fornitori e clienti tutto il personale di TMS SRL è tenuto a evitare situazioni da cui possano scaturire conflitti di interessi e ad astenersi dall’avvantaggiarsi personalmente di opportunità di cui sono venuti a conoscenza nel corso dello svolgimento delle proprie funzioni. Nel caso in cui si manifesti anche solo l'apparenza di un conflitto di interessi il collaboratore è tenuto a darne comunicazione al proprio diretto responsabile o referente, il quale deve informare la direzione per valutarne l'effettiva presenza.

3.6 Risorse, proprietà intellettuale, tecnologie

Tutela dei beni aziendali Ogni collaboratore è tenuto a operare con diligenza per tutelare i beni aziendali assegnati nonché impedirne l’uso fraudolento o improprio. L’utilizzo degli strumenti aziendali deve essere funzionale ed esclusivo allo svolgimento delle attività lavorative o agli scopi autorizzati. TMS si riserva il diritto di impedire utilizzi impropri e/o illeciti dei propri beni e attrezzature attraverso l’impiego di opportuni sistemi di controllo.
Proprietà intellettuale
Ogni collaboratore è responsabile delle risorse a lui affidate ed ha il dovere di proteggere e salvaguardare i diritti delle proprietà intellettuali di TMS. Infatti la crescita ed il successo della società dipendono anche dalle soluzioni innovative che costituiscono un vantaggio competitivo. Ogni collaboratore di TMS deve proteggere e salvaguardare i diritti di proprietà intellettuale ed il know-how di TMS anche se non registrati. Tutti i collaboratori ed i destinatari del Codice sono tenuti a non rivelare a terzi informazioni riguardanti le conoscenze tecniche, tecnologiche e commerciali, così come altre informazioni non pubbliche relative a TMS. La proprietà dei diritti intellettuali include, fra l’altro, le progettazioni, il materiale e tutti i documenti prodotti e redatti per conto di TMS da dipendenti, collaboratori e fornitori.

4. AMBIENTE DI LAVORO

4.1 Salute e sicurezza

TMS si impegna a predisporre e mantenere ambienti di lavoro sicuri e salubri nel rispetto della normativa antinfortunistica vigente e a diffondere e consolidare una cultura della sicurezza e salute sul lavoro sviluppando la consapevolezza dei rischi, promuovendo comportamenti responsabili da parte di tutti i collaboratori secondo quanto previsto dal D.lgs 81/08 e successive modificazioni ed integrazioni. A tal fine realizza interventi di natura tecnica e organizzativa, con l’introduzione di un sistema integrato di Valutazione dei Rischi e gestione della sicurezza, delle risorse da proteggere; controllo ed aggiornamento del sistema a presidio dei rischi connessi alla sicurezza; interventi formativi e informativi. TMS è molto attenta alla politica sulla sicurezza sul lavoro ed a tal fine ha implementato un piano di gestione della formazione sulla sicurezza con l’obiettivo di individuare le competenze del personale che svolge attività con impatto sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; valutare e pianificare i bisogni formativi del personale in relazione ai rischi per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, a tutela dei lavoratori stessi e nei confronti di terzi; erogare e registrare le attività; verificare l’efficacia della formazione. Una sezione specifica è destinata alla pianificazione della formazione per le persone di recente inserimento.

4.2 Politiche del lavoro

TMS si impegna a tutelare l’ambiente di lavoro anche sociale dei collaboratori garantendo il diritto a condizioni di lavoro rispettose della dignità della persona. Per questo motivo non sono tollerati atti di violenza fisica o psicologica, molestie sessuali, qualsiasi atteggiamento o comportamento discriminatorio o lesivo della persona, delle sue convinzioni e delle sue preferenze. Il lavoratore che ritenga di essere stato oggetto di molestie o di discriminazione per motivi legati all’età, al sesso, alla razza, allo stato di salute, alla nazionalità, alle opinioni politiche e alle credenze religiose etc., può segnalare l’accaduto all'Organismo di Vigilanza che valuterà la violazione del Codice Etico. TMS

4.3 Pari opportunità ed uguaglianza sociale

TMS High Performance Training ha attuato al suo interno diverse politiche in grado di garantire una parità tra i generi e una valorizzazione delle diversità in ambito lavorativo, non solo per assicurare la parità dei sessi, ma anche per dare garanzia del rispetto delle disabilità. Come previsto dall’art. 42 del Decreto legislativo n. 198 del 2006 - Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, TMS si impegna ad eliminare le disparità di genere attraverso il rispetto di quote rosa nell’assunzione del personale (come meglio specificato nel Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, dalla legge n. 903 del 1977 – Parità di trattamento tra uomini e donne in materia di lavoro e dalla legge n. 125 del 1991 – Azioni positive per la realizzazione della parità uomo – donna nel lavoro). Ha inoltre attuato una politica di gestione per il controllo degli iter di selezione per l’accesso ai percorsi formativi: un tutor dedicato si occupa infatti di controllare il rapporto della presenza percentuale di corsisti di entrambi i sessi. Mediante l’adozione di quelle che vengono riconosciute come “azioni positive”, TMS contribuisce a rimuovere gli ostacoli e le discriminazioni che di fatto impediscono la realizzazione delle pari opportunità, sia a livello formativo che a livello lavorativo. La stessa attenzione è posta da TMS nei confronti degli individui diversamente abili, tramite l’acquisizione di un metodo di rispetto delle diversità e di abolizione delle barriere architettoniche che garantiscono quindi un accesso facilitato.

4.4 Riservatezza e privacy

TMS tutela la privacy ed il diritto alla riservatezza dei collaboratori adottando procedure che specificano la tipologia delle informazioni da richiedere al dipendente e le relative modalità di trattamento e conservazione. TMS si impegna a non diffondere i dati personali senza previo consenso dell'interessato, fatte salve le ipotesi previste dalla legge. Ciascun destinatario del presente codice etico deve uniformare il proprio comportamento a quanto previsto nelle politiche e norme aziendali in tema di sicurezza delle informazioni per garantirne l’integrità, la riservatezza e la fruibilità. Le informazioni acquisite dai dipendenti, collaboratori, fornitori e clienti acquisite in virtù del loro rapporto di collaborazione con TMS sono di proprietà della Società e devono rimanere strettamente riservate e opportunamente protette e non possono essere utilizzate, comunicate o diffuse, sia, all’interno che all’esterno dell’Azienda, se non nel rispetto delle procedure aziendali.

5. POLITICHE DI RESPONSABILITA’ SOCIALE

Corporate sustainability starts with a company’s value system and a principled approach to doing business (UN Global Compact). TMS ha aderito al UNGC e la sua filosofia di azione nel business segue i principi di cui si fa portatore guidati da the Universal Declaration of Human Rights, the International Labour Organization’s Declaration on Fundamental Principles and Rights at Work, the Rio Declaration on Environment and Development, and the United Nations Convention Against Corruption.

5.1 Responsabilità verso la collettività

TMS opera nel pieno rispetto delle normative vigenti, in una direzione che risponda ai principi dello sviluppo sostenibile, attenta affinché le attività si svolgano nel rispetto delle normative nazionali ed internazionali. TMS conduce i propri interessi nel rispetto dei principi di responsabilità sociale e cerca di contribuire all’arricchimento delle comunità locali e nazionali, anche sostenendo iniziative di valore culturale e sociale e con l’adozione di comportamenti socialmente responsabili, anche attraverso iniziative dirette e finalizzate al miglioramento del contesto sociale in cui opera.

5.2 Salvaguardia dell’ambiente

L'ambiente è un bene primario che TMS si impegna a salvaguardare. Nonostante le attività peculiari del business di TMS non abbiano particolari rischi rispetto all’impatto ambientale l’azienda è impegnata nel rispetto della normativa vigente e sempre alla ricerca di soluzioni che siano migliorative anche in questo ambito. TMS sensibilizza i propri dipendenti e collaboratori al rispetto ed alla salvaguardia dell’ambiente anche nella attività quotidiana, gestendo in modo organizzato e con crescente efficienza i propri impatti sull’ambiente come l’attenzione ai consumi di carta, acqua ed energia, ed alla raccolta differenziata. TMS ha come obiettivo una crescente attenzione alla tutela dell’ambiente circostante, minimizzando gli impatti ambientali lungo l’intero ciclo di vita delle operazioni, ricercando un equilibrio tra iniziative economiche ed esigenze ambientali, in considerazione dei diritti delle generazioni future.

5.3 Lavoro minorile, forzato e in regime di schiavitù

Nel pieno rispetto della ILO Declaration on Fundamental Principles and Rights at work TMS opera nel pieno rispetto dei diritti delle persone sia lavoratori che fornitori. TMS riconosce il diritto alla libera associazione, aborre il lavoro minorile, forzato o discriminatorio. TMS si impegna a denunciare qualsiasi situazione lavorativa che non rispetti questi diritti alle autorità competenti nella convinzione che lavorare responsabilmente è un fattore competitivo primario per la crescita dell’azienda.

6. NORME DI ATTUAZIONE

6.1 Organo di controllo

TMS riconosce l’importanza di un efficiente ed efficace sistema di controllo interno quale premessa e condizione indispensabile per lo svolgimento conforme e coerente delle proprie attività ai principi del presente Codice Etico. Al tal fine garantisce la creazione dei migliori presupposti organizzativi e ambientali, affinché sia promossa e diffusa ad ogni livello aziendale tale cultura. Costituisce presupposto funzionale alla creazione di un efficace sistema di controllo interno un’adeguata e completa determinazione e attribuzione di compiti e responsabilità, con conseguente adozione di una coerente attribuzione di deleghe e funzioni operative.

6.2 Disposizioni attuative

Il presente Codice Etico è stato approvato dalla Direzione di TMS il 22 Maggio 2015. Ogni modifica o aggiornamento verrà approvato dal medesimo organo e prontamente comunicato ai soggetti interessati.

6.3 Modalità di diffusione e controllo

Il Codice Etico viene portato a conoscenza delle parti interessate interne ed esterne all’Azienda per mezzo di apposite attività di comunicazione e diffusione. Il Codice Etico viene distribuito a tutti i lavoratori (compresi i neoassunti) ed a tutti i soggetti terzi che entrano in rapporto di affari con TMS. Internamente, l'adeguata conoscenza e comprensione del Codice Etico da parte di tutto il personale viene assicurata attraverso programmi di informazione e formazione definiti secondo le regole stabilite dal Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo aziendale, di cui il Codice Etico è parte integrante. E' nella responsabilità di ciascun lavoratore consultare il proprio responsabile diretto per qualsiasi chiarimento relativo all’interpretazione o all’applicazione delle regole di comportamento contenute nel presente Codice Etico. Il documento è custodito sul sever in cartella consultabile da tutti i collaboratori.

6.4 Verifica e monitoraggio

All'Organismo di Vigilanza sono attribuiti i seguenti compiti: verificare l’applicazione ed il rispetto del Codice Etico attraverso un'attività di monitoraggio consistente nell’accertare e promuovere il miglioramento continuo dell'etica nell’ambito di TMS SRL; monitorare le iniziative per la diffusione della conoscenza e della comprensione del Codice Etico, garantendo lo sviluppo delle attività di comunicazione e formazione etica, analizzando ed integrando le proposte di revisione delle politiche e delle procedure aziendali con significativi impatti sull’etica dell’Azienda; ricevere e analizzare le segnalazioni in tema di violazione del Codice Etico da parte di tutte le parti interessate; suggerire eventuali esigenze di revisione del Codice Etico.